WaterWatch


WaterWatch 1.0 2015 (Beta)

WaterWatch nasce da un’iniziativa lanciata nel 2015 dall’Ordine degli Architetti di Imperia che ha coinvolto noi, insieme al Fablab Imperia, l’ITIS Imperia e al Fablab Torino, per ragionare sulla possibilità di ideare  dispositivi realizzabili da tutti che possano integrare le reti esistenti di monitoraggio del territorio per generare dei segnali di allerta in caso di possibili situazioni di esondazione o allagamento, diminuendo il rischio legato all’evento e aumentando la consapevolezza del territorio con l’obiettivo ultimo di creare una cultura profonda del monitoraggio e della collaborazione, in contrapposizione con la cultura della polemica che spesso ha la meglio quando capitano eventi disastrosi.

WaterWatch è un dispositivo di early warning che misura l’altezza dei corsi d’acqua e la quantità di pioggia e trasmette i dati raccolti via gprs a un open web database a disposizione di tutti. Il dispositivo è resistente alle intemperie, ha una alimentazione autonoma e sostenibile (pannello fotovoltaico e batteria), una elettronica di controllo basata du tecnologie open hardware (Arduino) e protocolli di comunicazione aperti. Nel caso in cui il dispositivo segnali delle situazioni anomale, come il livello dell’acqua in crescita esponenziale, allora si attiverà un sistema di allerta basato su messaggi di allarme automatici lanciati su social network e un sistema di allerta diretta sul territorio come luci lampeggianti e segnali acustici di allarme.

WaterWatch è anche un dispositivo relativamente economico: il primo prototipo dimostrativo è costato circa 500 EU. I file necessari a realizzare il dispositivo WaterWatch sono disponibili gratuitamente su questa pagina al link DIY KIT per chiunque sia interessato potrà realizzare ed installare il proprio dispositivo. Più WaterWatch verranno realizzati e installati, da privati o da pubbliche amministrazioni, e maggiore il controllo del territorio sarà capillare e il database ricco di informazioni che potranno essere elaborate per generare delle infografiche capaci di individuare pattern di pericolo e mappe di dati georiferite che potranno essere usate anche in fase di pianificazione territoriale.

Il progetto è stato rilanciato a Ottobre 2016 dai Club Rotary del Ponente Ligure che, in collaborazione con l’Ordine degli Architetti P.P.C. della Provincia di Imperia, lo prendono come base di partenza per il PREMIO ROTARY CLUB DEL PONENTE LIGURE “Fiorenzo Squarciafichi” PER IL PONENTE E LA SUA SICUREZZA (SMART LAND). L’iniziativa si articola attraverso un  concorso per il conferimento di un premio dell’importo complessivo di € 4.500,00 riservato ad un alunno o ad un gruppo di alunni di un Istituto Tecnico che abbia progettato la migliore e più innovativa soluzione finalizzata a ridurre il rischio alluvionale per le persone e le cose ed innalzare così il livello di sicurezza del territorio locale. Il bando è pubblicato sul sito web  del Rotary di Imperia. In bocca al lupo a tutti i partecipanti!

Link di progetto

Download WaterWatch 1.0 (Beta) DIY KIT
Beta visualizzazione dei dati in real time (ancora non installato sul territorio)

Dati in formato XML
Dati in formato JSON
Dati in formato CSV

Credits

Concept: Cesare Griffa per l’Ordine degli Architetti di Imperia
Sviluppo: FabLab Imperia, ITIS Imperia con il contributo di FabLab Torino e Andrea Graziano

Comments
One Response to “WaterWatch”
  1. griffa says:

    WaterWatch was born from the idea of ​​creating an open device to integrate the existing networks of land monitoring systems and generate warning signals in case of possible flooding, reducing the risk of accidents and increasing people awareness with the ultimate goal of creating a deep culture of monitoring and cooperation, in opposition to the culture of controversy that often gets the better in the case of disastrous events.

    WaterWatch is an early warning device that measures the height of water in the rivers and the amount of rainfall, and sends data via GPRS to an open a web database available to all. The device is weatherproof, has a self-contained and sustainable energy system (pv panel and battery), an electronic control board based open hardware technology (Arduino) and open communication protocols. In the case in which the device maps abnormal situations, such as water level in exponential growth, it will activate a warning system based on automatic alarm messages launched on social networks and a direct alert system (flashing lights and acoustic signals).

    WaterWatch is also a relatively inexpensive device: the first demonstration prototype cost less than 500 EU. The files required to make the device will be freely available online and anyone interested will be able to make and install his own device. More WaterWatch will be built and installed by private individuals or by public administrations, and greater will be the monitoring and the resulting database. This data will be an important source of information that could eventually be processed to generate info-graphics to identify patterns of danger and maps of geo-referred data that could also be used in the process of planning.

    Credits
    Concept: Cesare Griffa for the Ordine degli Architetti di Imperia
    Development: FabLab Imperia, ITIS Imperia with the contribution of FabLab Torino and Andrea Graziano

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: